• italian
  • english

ArtCodex atelier del codice miniato

SAN PIO - un profeta, un esempio, un monito

Padre Pio da Pietrelcina
Alessandro Romano – l'artista
San Pio da Pietrelcina:
«Con l'autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei santi apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l'aiuto divino e ascoltato il parere di molti nostri fratelli nell'episcopato, dichiariamo e definiamo santo il beato Pio da Pietrelcina e lo iscriviamo nell'Albo dei Santi»
Era il 16 giugno 2002, quando in piazza San Pietro, di fronte a una folla sterminata di fedeli giunti da ogni angolo della terra, Giovanni Paolo II pronunciava la formula di rito con cui dichiarava santo il frate da Pietrelcina.
Francesco Forgione nacque il 25 maggio 1887 a Pietrelcina, a 16 anni entrò nel noviziato dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini a Morcone, vestì l'abito francescano e si chiamò Fra Pio.
Nel 1916 fu mandato al convento di San Giovanni Rotondo, dove rimase fino alla morte, il 23 settembre 1968. Visse alla luce della fede, della speranza e della fiducia totale in Dio. L'amore di Dio lo riempiva, la carità era il principio ispiratore della sua giornata: straordinaria testimonianza del suo desiderio di alleviare dolori e miserie è la "Casa Sollievo della Sofferenza".

Presentazione della Medaglia d'Arte

Le Sculture
Due straordinarie sculture circolari di Alessandro Romano compongono le facce di una medaglia d'arte destinata a diventare l'icona dell' identità spirituale del Santo di Pietrelcina. L'intensità e la serenità dell'espressione, la luce della fede che illumina il volto.
La tensione verso il soprannaturale, il dialogo con Dio nella continua preghiera, e al contempo l'amore per l'umanità sofferente e bisognosa di verità fino alla donazione totale di se stesso.
Fede, speranza, carità: i tre pilastri della dimensione spirituale di Padre Pio, vissuti all'interno dell'assoluta obbedienza alla Chiesa.
Con la sua lettura intima di un grandissimo Santo del Novecento, Alessandro Romano ci trasmette il messaggio profondo di una vita nutrita di fede, di amore e di umiltà.
Il primo esemplare della medaglia e le argille originali che ne costituiscono le matrici sono stati donati alla Biblioteca Apostolica Vaticana, e sono entrati a far parte del Medagliere Vaticano, che custodisce - oltre alle medaglie e monete pontificie ufficiali – un patrimonio inestimabile costituito dalle più importanti monete e medaglie del mondo, insieme a piombi, sigilli, placchette, targhe, pietre incise, calchi.
Alessandro Romano – l'artista
"Alessandro Romano è oggi uno dei nostri scultori più noti e significativi" (Claudio Strinati)
Artista di prestigio internazionale, educato nella bottega d'arte secondo la gloriosa tradizione italiana, dopo un esordio in pittura ha espresso nella scultura il suo talento figurativo, con risultati di straordinaria forza plastica e dinamica.
Ad Alessandro Romano si devono opere come il monumento dedicato a Falcone e Borsellino a Caltanissetta; il monumento dedicato a Don Luigi Sturzo a Caltagirone; la monumentale opera di bronzo policromo ispirata al celebre mito dell'Iliade lo Scudo d'Achille, acquisita dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma per il Palazzo del Quirinale.
Le sue opere figurano nelle più importanti collezioni pubbliche e private in Europa e negli Stati Uniti.
Particolare importanza riveste la produzione d'arte sacra del Maestro: portali per chiese e basiliche, nei quali - prediligendo grandi scene unitarie - entra profondamente nel tema teologico raggiungendo risultati straodinari per contenuti ed immagini; la medaglia ufficiale del Giubileo del 2000 dedicata a Dio Padre; sculture – è l'unico artista al mondo al quale la Fabbrica di San Pietro abbia commissionato quattro monumentali statue di santi per le nicchie absidali esterne della Basilica di San Pietro in Vaticano.

Nel decimo anniversario della canonizzazione di Padre Pio una straordinaria impresa editoriale

Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato
La medaglia d'arte di Alessandro Romano è stata coniata dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, indiscussa eccellenza mondiale in questo settore.
IPZS è un marchio famoso in tutto il mondo, espressione dell'odierno made in Italy: abilità creativa e manuale sono implementate dalle più sofisticate applicazioni tecnologiche, a garanzia di qualità e sicurezza per Pubblica Amministrazione e Privati. Tradizione e arte trovano la loro massima espressione nel conio: ogni medaglia viene controllata e rifinita a mano da abilissimi incisori, con risultati ad oggi ineguagliabili.
L'Istituto Poligrafico dello Stato nasce nel 1928 e acquisisce la sezione Zecca cinquant'anni più tardi, nel 1978. Nel 2002 l'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato diventa SpA, con azionista unico il Ministero dell'Economia e delle Finanze.
In particolare la Zecca si occupa, in ambito istituzionale ed esclusivo, di coniare per lo Stato Italiano, per la Repubblica di San Marino e per la Città del Vaticano, sia moneta circolante che per collezionisti.
Realizza inoltre medaglie, distintivi, timbri e sigilli grazie a metodi esclusivi e alla tradizione artistica dello staff interno.
San Pio - Padre Pio